image-58

 Tel : +39 320 4429098 - redazione@pianetaspettacolo.it


facebook
instagram
youtube
phone
messenger
whatsapp
rettangolo
image-58

REDAZIONE:

c/o Parco Commerciale I Portali - BOX 58

viale Cristoforo Colombo, 13, 95031 S. G. La Punta (CT)

 

DIRETTORE RESPONSABILE:

Lucia Agata Murabito - OdG n°165131

image-341

Pianeta Spettacolo Magazine

+39 320 4429098

Come diventare musicista tra passione e fortuna

2021-04-12 18:50

Marica Musumarra

Professione artista, Approfondimento, Rubriche e Format, Musica,

Come diventare musicista tra passione e fortuna

Diventare un musicista con consapevolezza, passione e un pizzico di fortuna: parola di Francesco Bianco!

Come diventare un musicista tra passione, studio e tanta fortuna: scopriamolo con l'esperienza di Francesco Bianco, musicista e membro della band Ottoni Animati!


Quando si è bambini, è facile incorrere nelle cosiddette “passioni passeggere”; ecco perché la consapevolezza degli adulti diventa fondamentale per intraprendere un determinato percorso che, alla fine, può trasformarsi in vera e propria professione.

Un esempio è dato dall’esperienza di Francesco Bianco, musicista trapanese che, ormai da parecchi anni, fa parte della band Ottoni Animati, un mix tra stile prettamente popolare e influenze mediterranee, balcaniche e moderne a tutto tondo. E attraverso le sue parole è possibile capire come diventare un musicista non solo studiando, ma anche con un pizzico di fortuna!

 

Musicista per caso

 

Francesco si ritiene un “musicista fortunato” perché, come dice lui stesso, la vita gli ha posto di fronte una serie di opportunità inaspettate che gli hanno fatto comprendere cosa avrebbe fatto “da grande”: “I miei genitori non sono musicisti - racconta - quindi non sono cresciuto in ambienti artistici particolari; è stato quando ho iniziato a frequentare i salesiani che ho percepito una certa passione per la musica, soprattutto per le percussioni e, da lì, ho iniziato a suonare”. 

 

Insieme agli altri bambini, ciascuno con doti differenti, Francesco sente nascere dentro di sè una passione inarrestabile, che lo accompagnerà negli anni seguenti: “Finita la scuola mi sono arruolato nell’Arma dei Bersaglieri - spiega - che adoravo. Caso ha voluto che, un giorno, cercassero qualcuno che sapesse suonare uno strumento e ovviamente mi sono proposto”. Francesco non sapeva, in quel momento, che le percussioni non fossero contemplate dalla fanfara dei bersaglieri, ma il destino ha iniziato a giocare le sue carte: “Ho conosciuto il maresciallo, nonché maestro di musica, che mi ha proposto di imparare a suonare la tuba e mi sono buttato senza pensarci! Ho imparato velocemente e, per i 5 anni successivi, ho praticamente girato il mondo grazie a questo” racconta, descrivendo la sua esperienza assolutamente unica, dato che gli ha permesso di visitare posti meravigliosi e di capire che, la musica, sarebbe davvero diventata il suo futuro. 

 

“Dopo gli anni in arma - continua - sono entrato a far parte della banda cittadina, imparando nuovi stili e tecniche che mi hanno spinto a iscrivermi al conservatorio, dove sono entrato a contatto con la musica classica, tradizionale, che poi sta alla base di qualunque altro genere” spiega, sottolineando come lo studio resti sempre e comunque uno step indispensabile da seguire per svolgere qualunque professione. 
 

professionemusicistafrancescobianco-1618154855.jpeg

Nel frattempo, proprio a Trapani si nasconde dietro l’angolo un’occasione davvero speciale: “Due grandi musicisti - racconta - cercavano 10 membri per una nuova band, molto particolare, che fosse una fusione tra una tradizionale banda popolare siciliana e un mix di influenze moderne, dal jazz alla balcanica: da qui nascono gli Ottoni Animati, dei pazzi scatenati che amano divertirsi e far divertire” spiega, valorizzando l’importanza di far parte di un gruppo musicale: “Ti spinge a rispettare le regole e, a volte, a eseguire quello che ti viene richiesto. Auguro a chiunque un’esperienza simile, perché ti fa crescere sul serio”.

Come emergere nel mondo della musica

 

“Difficile rispondere a questo - afferma Francesco - perché non esiste una regola universale, che possa valere per chiunque. Possono esserci dei consigli, come quello di studiare, di impegnarsi e anche di sgomitare, se sarà necessario, sempre con profonda educazione. E poi bisogna essere fortunati, quello è fondamentale”.

“Non bisogna diventare il migliore, semplicemente è necessario avere una propria identità musicale. 

quando si ha del potenziale, è subito evidente: “Un ragazzino che dice di amare la musica si butta a capofitto, ha la musicalità nel sangue, ha voglia di imparare - spiega - e non si lascia distrarre. Conta molto anche l’età: io, ad esempio, ero già abbastanza grande quando ho capito che la musica sarebbe stata la protagonista del mio mestiere, quindi la consapevolezza più matura può solo essere di grande aiuto”.

 

I consigli di Francesco sono utili per riflettere su un aspetto molto importante: chiunque, studiando, può diventare bravo ma solo una passione reale, sincera e profonda può renderti un vero professionista. “Il regalo più grande può fare la musica - prosegue - è trasmettere armonia, felicità e benessere non solo a chi la propone, ma anche a chi la riceve” e questo, in sintesi, può bastare per esprimere al meglio il suo pensiero. 

 

“Fai il musicista se…

 

… hai intenzione di impegnarti, se senti la musica realmente nel cuore” consiglia Francesco, e conclude: “Io l’ho vissuto sulla mia pelle: bisogna essere disposti a fare anche dei sacrifici, a non avere orari, a spostarsi da una parte all’altra anche all’improvviso. Ma se è quello che ami fare, non ti peserà un solo giorno!”.
 

francescobiancobiografia-1618155091.jpeg

Nato a Erice (TP) il 06/08/1983 da sempre accostato alla musica intraprende gli studi in percussioni all'età di 11 anni con il M° Francesco Virgilio (percussioni).

Per circa 7 Anni collabora con Gruppi musicali, compagnie artistiche Musicoteatrali, interpretando anche ruoli importanti per la sua impronta vocale e musicale. A 19 anni decide di entrare nell'Esercito. Verrà in poco tempo scelto come componente della Fanfara ufficiale del 12° poi 6° Reggimento Bersaglieri, li, sarà accostato (essendo un percussionista) a tutt'altro strumento, uno strumento poco usato ma molto importante in qualsiasi contesto, l' ormai amico di vita... Basso Tuba.

Da li in poi verrà scrupolosamente seguito da uno dei più grandi e storici capi Fanfara Italiani, il Maresciallo "M° Gaetano Spadaro". Ben presto lo stesso Maestro intuisce la grande abilità musicale, spingendolo allo studio mirato con un Trombonista noto nel Territorio Trapanese quale direttore della Banda Città di Trapani, M° Alessandro Carpitella. Durante i 5 anni con impegno suona con la stessa Fanfara, ma verrà anche
aggregato ad altre Fanfare e Bande dell'Esercito con il quale girerà il mondo, confrontandosi con altri musicisti per lo più Maestri di ogni genere e razza tra manifestazioni e concorsi importanti a livello Nazionale ed Internazionale - Polonia,
Germania, Spagna, Francia, USA, Ungheria, Romania, Albania, Ucraina, Bosnia ed Erzegovina e Kosovo e tantissimi altri eventi Nazionali molto importanti,e proprio
durante quegli anni riceve un “Elogio scritto” voluto dallo stesso Maresciallo e dal comandante del Reggimento per l'indiscussa dote musicale.

 

Nel 2007 viene ammesso con il massimo dei voti nella classe di Tuba presso il
conservatorio "A. Scontrino" di Trapani seguito dal M° Marco Sala. Parteciperà ad importanti concerti e master Class con maestri di fama Internazionale. Nello stesso anno viene scelto per creare ed affrontare una nuova storia con 2 Musicisti professionisti i M.stri Anguzza Alberto e Mancuso Alessandro dando vita, insieme a tutti i componenti, ad un grandissimo progetto ormai noto in territorio Nazionale ed Internazionale.....La show Band Siciliana"Ottoni Animati".

 

Vanta con la stessa diverse apparizioni tra cui (i più importanti):

 

- "LineaBlu” (Rai 1) colonna sonora 2009/2010/2011

- “Uno Mattina” (Rai 1) 2010
- “Sapore di Mare” (Rai 1) 2010

- “Italia chiama Italia” (Rai TV International) 2011

- “Notturno Italiano” (Radio Rai International) 2011

- “Taccuino Italiano” (Radio Rai International) 2011

- ”Festa Italiana” (Rai 1) 2011
- “Italia’s Got Talent” (canale 5) 2012

- “Road Italy” (Rai Uno) 2013

- Nick the Nightfly e RMC “2012”;
- Radio RAI INTERNATIONAL

- Radio KISS KISS

- Radio 101

- Concorso mondiale del vino di Bruxelles (Valencia);

- Summer music Festival 2009 (San Vito Lo Capo) insieme ad artisti quali Arisa, Malika Ayane, Alessandra Amoroso e tanti altri;

- Concerto con Vinicio Capossela;

- Concorsi di musica Balcanica “Guca sul Carso

- TRIESTE”;

- 53^ ediz_del “Sabor trubaca Balkan in Guca

- SERBIA”;
- HAIZETARA international contest of street bands festival SPAGNA;

- BrazzoBrazzie National Festival "Sofia

- BULGARIA" -Internationa brass Dhuram

- Columbus Day – USA – Chicago 2018
- Telethon 2019 -La vita è Meravigliasa (su Rai 1 il 06/01/2020).

 

 Ad oggi fa Parte di questa bellissima realtà (www.ottonianimati.com) seguita da
 ormai 4 anni da un management e continua a suonare sia per lavoro... sia per passione.


facebook
instagram
youtube
phone
messenger
whatsapp

Copyright 2021 © Tutti i diritti sono riservati e proprietà di Dimis aps.

Non perderti niente!

Iscriviti alla nostra newsletter!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder